Ridi Paiasso! - CD [2013]

Discografia Ufficiale - - Sir Oliver Skardy
Loading the player...

Ridi paiasso! - SIR OLIVER SKARDY - Planet Records/alma music PLT314EUROCD distribuzione Artist First - CD [2013]

Siamo di fronte al terzo disco da solista di SIR OLIVER SKARDY, ex leader e frontman dei Pitura Freska, reggae band che negli anni ’90 ha lasciato il segno per la qualità dei suoi brani e per essere stata la prima band raggae italiana a salire sul palco del Festival di Sanremo con Papa Nero, hit che è rimasta nella memoria degli italiani.
La produzione del disco è affidata ad uno degli astri nascenti del reggae: il produttore artistico Paolo Baldini (Africa Unite, Mellow Mood, TARM) ...

...la descrizione continua sotto la Playlist...

Testo : Firulì Firulà (feat. PAOLO BELLI)

Recorded by Sir Oliver Skardy

FIRULÌ FIRULÀ

Music by Andrea Manzo - Skardy / Lyrics by Paolo Belli - Skardy

Refrain:
Amore qui amore là, firulì firulà
al capo ghe piaxe e mando el speaker sciopà
amore qui amore lì, firulà firulì
e po' la sparirà come el mago Udinì

Qua i musicisti xe a la canna del gas
voè vender dischi? Ciamè Tinto Brass
fe un video co qualche bel toco de mona
sarete più vip de Apicea e de Corona
el fio dei Savoia, i Modà, i Negramaro
tra grandi fratelli e top ten qua me sparo
canzoni di amore che fanno sognare
un fracco de spese ma paga so pare

Refrain

Hey rastaman sarai originale
anzi per meglio dire, popolare
tagliati i dreadloks e vesti normale
e non cantar sempre tutto in levare
scrivi melenso ogni canzone
mi raccomando rime cuore e amore
e lascia star santi politica e suore
la faccia triste anche alle Maldive

Me par che i me parla da n’altro pianeta
sti qua va de lusso e mi sempre in boleta
buta ‘na rima co do porseae
festa par le mamme, i papà, e sbarbae
fatte un politico e la plastica al viso
che ti deventi animal televisivo
l'inquisision non è poi così dura
oggi per oggi se ciama censura

Refrain

Cantare d'amore poi piace anche a te
certo che farlo è meglio vabbè
ahí l'amore l'amore l'amore cos'è
poi cantalo bene e arrivi alle top ten

Refrain

 

Testo : Europei (feat. NATALINO BALASSO)

Recorded by Sir Oliver Skardy

EUROPEI

Music by Skardy / Lyrics by Skardy

Refrain:
Hei hei hei quanto pelo i europei
Aih aih aih anca in pie inxenociai

Gera meio star
sensa far niente
meio che rivar
all'era corrente

A corrente alternada
stessa menada
cambia governo
no cambia l’inverno

Fin'ora de ieri
xogavimo a scopa
ma semo in Europa
in man de i banchieri

Va tuto su la gropa
de chi già se copa
e ditta in soldoni
i fa finta de pomi

Refrain

I robagaline
su l'album de le figurine
ladri de vacche
e quei che se le sbatte

Dall'etere a la piassa
'na bea figurassa
tutti europei
ma prima i buei

E sì che i paghemo
par dar boni frutti
ma tanto savemo
che i xe farabutti

Da chi i ciapà i voti?
Dai soliti ignoti
i danni xe alti, xe colpa de staltri
paghemo nialtri

Refrain

Testo : Edelweiss

Recorded by Sir Oliver Skardy

EDELWEISS

Music by Alessandro Numa - Skardy / Lyrics by Skardy

Ma che noia le feste a Cortina
gavevo voia de farme ‘na sveltina
pronto a bordo del mio fuoristrada
par far bagordi co la me sbarbada

A disposision el patrimonio de famegia
casa mia fa più vip de ‘na regia
sottobanco navega tesori
la vida loca tra piasseri e favori

Bridge:
Onorevole non mandi più i controlli de la finansa
altrimenti non ci riempiremo più la panza
siamo simpaticoni, venerai come dei
non siamo miserabili plebei

Refrain:
Eri una stella alpina nella valle
ora bruci tra le fiamme gialle
par tutti quei che fa takè da milioni
e par ‘na volta magnite i coioni

Ai faind a love in Portofino
la mia nave è poco più di un barchino
mi facevo qualche pista a Courmayeur
e po’ a Sanremo par l’ultimo bicer

Ciao papà, qui al casinò si mette male
parla tu al telefono con l’ufficiale
è il mio ragazzo che si è fidanzato
con la nipote di un noto capo di stato

Bridge

Refrain

Testo : Rose e petardi (feat. MARCO "FURIO" FORIERI)

Recorded by Sir Oliver Skardy

ROSE E PETARDI

Music by Andrea Manzo - Roberto Pettenello - Skardy / Lyrics by Marco Forieri - Skardy

Go comincià a fumar ai concerti
gera proprio un gran bordeo
comprar ‘na stechetta, i friketoni le vendeva sul tapeo
no gera fassie, gerimo disoccupai
le do cartine no se tacava mai
bastava do tirae con un bon cilum e gera tutti accontentai
cossì semo ‘ndai vanti fin in tempi più recenti
ma par i alcoixai gerimo i delinquenti
i se ga sentio offesi, lori devastai
nialtri sempre illesi - devastai
bigotti, ignoranti, invidiosi
meio classificai, matti pericolosi


Bridge:
Sinque generasion tratae come cani
da sti quatro politici infami
boni terorixar quei che fuma i canoni
par pararse el culo a lori e tutti i ladroni

Refrain:
Fuoco ai petardi a la faccia de Giovanardi
tanti, tanti petardi
rose co i spini, muxana e affini
tanti ma tanti spini

Lo sai, che cuei tenpi xe passai
i friketoni che vendeva le stechete
s'ha fato i schei e li ga la villa a Puket
desso cuei che fa la grana
vendendo mariuana
dell'Anonima Peoci
Mafia, Camorra & Soci.
Bastardi, i ga ciavà i miliardi!

E ancora oggi co fumemo un spinelo
col xe finio ve coremo in bueo
chissà che sciopè dentro chel bicierin
ogni volta che uno fa su un filtrin
che restè sofegai dentro ‘na damigiana
ogni volta che parlè mal de la mariuana
par ogni pacchetto de cartine finio
che sia maledetto chi se spaccia par Dio

Refrain

Come el contadin che segue le stagion
mi vogio do piante che cressa sul balcon
ghe xe cuei che beve e campa cent’anni
mi co do piante ris'cio trent’anni
bastardi, i ga ciavà i miliardi!
Mi no sò un sbarbà che va imatonio
che de fumar no ga mai finio
mi vogio poco ma che sia mio
darghe schei ai sporchi mi go finio
bastardi, i ga ciavà i miliardi

Bastardi!

Testo : Cinesi (feat. ELIO and NATALINO BALASSO)

Recorded by Sir Oliver Skardy

CINESI

Music by Andrea Manzo - Alessandro Numa - Roberto Pettenello - Skardy
Lyrics by Alessandro Numa - Skardy

Che novità porti dalla grande muraglia?
Comincia l'era del dopo Marcegaglia
vedremo cosa ne farete degli avansi
intanto che vi trasformate in Squinsi-squansi

Deve un tono, deve un tono.. tutti col kimono

Visti e coretti co le so tradussion
i pexo difetti xe in gran espansion
colpa de sta globaixasion
a darghe ragion semo ‘ndai in balon
struca el limon finchè el goto xe pien
sfruta che frutta cossì che convien
magna sabion e bevi velen
bote par tutti modelo Tienamen

Basta! Sorisetti da finta modestia
tirapie bruxai via de testa
che i te tratta come ‘na bestia
Casta! Più nissuni che ve dixe basta
e intanto che la gente se spacca
vialtri magnè e i altri va in vacca

Gera meio Maotsetung
de sti quattro aumaum
ghe voleva Maotsetung
bum cicabum cicabum

Bridge:
Me trovarò anca ‘na morosa cinese
sparagno schei co la me ‘ndarà a far le spese
modelo cinese contro la corussion
ladri in galera e po’ sventrai col forcon

Refrain:
E xe rivai i cinesi
in quaranta strucai dentro un furgon ma tutti quanti illesi
E xe rivai i cinesi
bareti, ristoranti e barbieri verti tutti i mesi

Gera meio Maotsetung
de sti quattro aumaum
Maotsetung fasseva meio
par i umaum un bon rimedio
gera meio Maotsetung
bum cicabum cicabum

Cogome, gotti, scatole de ton
tutto farlocco tutto un bidon
finti binocoi, finti reogi
dentro ‘na scarpa ghe gera do sfogi
Mao gera bravo xogar a ping pong
desso i xe bravi a menar el baston
portemo ai sposi un vaso de Muran
ma soto xe scrito made in Taiwan

Sobrio! Che se move tutto in orario
tutti i schiavi de un calendario
no più uficio ma laboratorio
L'economista! È apparso alquanto ottimista
el ga espresso sodisfasion
saremo cinesi ma ‘na imitasion

Bridge:
Vado in bar a beverme do goti
da me amigo barista Nogosuki Makinoti
go el concessionario che xe qua vissin
l'impiegato Migo Unciao, el paron Furgo Ncin
sto vial fin ieri gera sempre vodo
gran via vai da quando xe rivada Sudo Magodo
Calderoli, Belsito, Trota, Bossi
i mandemo tuti a scuola da Chiruma Cataossi

Refrain:
Viva le glorie del nostro leon
che va imbriago insieme al dragon
varda che mi no so miga teron
so de Belun so polenton
tutte le strade portano a Roma
stavo a Castelo deso stago a S. Toma
prima i nostrani dopo i stranieri
xe tutti in strada a far i lava veri

Gera meio Maotsetung
de sti quattro aumaum
ghe voleva Maotsetung
bum cicabum cicabum

Testo : Avido

Recorded by Sir Oliver Skardy

AVIDO

Music by Andrea Manzo - Roberto Pettenello / Lyrics by Skardy

Mi no fasso un casso, lavora ti par mi
no che me serve ma el mondo va cossì
go i titoli in borsa che lavora come un folpo
lavora ti finchè ti fa un colpo

Camina, lavora ti al posto mio
fasso 'na vita che me la invidia anca Dio
so circondà da done ormai perennemente
mi no ghe chiedo niente, lore che me la tira drio

Refrain:
Avido, avido, avido
solo così mi sento libero
co i me gianisseri fassemo scoribande
se ingossemo e ve lassemo in mudande

El me uficio se ciama piscina
ve chiedo un sacrificio compreme la cocaina
carichi pesanti, turni massacranti
xe cossi che el me impero tira ‘vanti

Se lasso casa i me dipendenti
fasso cassa e mercati contenti
la vita altrui cosa vuoi che sia
chiedete al popolo, conta meio la mia

Refrain

E la gente ridotta a cartoni
par dei nababbi che se gratta i coioni
ribelarse saria troppo fassie
da no meravegiarse se qua i ghe dixe grassie

Cresse i pressi ti risci el salasso
a quei co i bessi no ghe ne ciava un casso
nababbo sia fatta la tua volontà
a costo de desfar ‘na civiltà

Refrain

Testo : Festin (feat. BABY)

Recorded by Sir Oliver Skardy

FESTIN

Music by Andrea Manzo - Roberto Pettenello - Skardy / Lyrics by Alessandro Numa - Skardy

Refrain:
Me amigo fa ‘na festa sabo sera
i sui xe via, se rodoemo par tera
vien tanta gente che ghe sarà de tuto
ghe xe anca fie, se butemo vai de bruto

'Na festa che baemo sora la tola
lo sa la piassa, lo sa tuta la scuola
xe fassie trovar el posto
tendè l'autista che no el vada massa rosto

'Na festa che se butemo via
speremo che no i ciama a polisia
butemo tutto fora dal giardin
portemo dentro un albero e femo un bel festin

Refrain

Bridge:
Mai paura, i xe bravi fioi
petai sui muri i piatti de pasta e faxioi
sconti sconti quei che pincia sul bombaxo
queo che dorme co la testa dentro un vaso

Everybody a caccia del festin
‘ndemo rosti sensa verxar el taquin
un filmetto che va sempre messo in onda
lei suona il pianoforte, lui la tromba

Xe rivà 50 scalmanai
già imbriaghi e mexi drogai
fie occupae e do de staltra sponda
par nialtri donne gnanca l'ombra

Varda in angoleto ‘na bea tosa abbandonada
desso vado darghe ‘na bea consolada
come sei pallida, xe ‘na gran serata
ela no se move e fissa il vuoto accigliata
dai ti consolo io “uomo eccezionale”
ma quando che la sfioro la me par glaciale
forse xe colpa del quinto bicerìn
eh casso so imbriago e go imbarcà un manichìn

Testo : Ridi paiasso
Testo : Su la mona (Ispirata da una poesia di Giorgio Baffo)
Testo : Ton tom
Testo : Tuto normal (feat. NEVRUZ)
Testo : Fiom Fiom (feat. MAURIZIO LANDINI)
Testo : Vita da star (feat. BABY)
Testo : Mamba nero - Radio Version (Bonus Track)
Testo : Sarde in saor (feat. CANTORI DI BURANO) (Bonus Track da Pirangna in Dub)

Ridi paiasso! - SIR OLIVER SKARDY - Planet Records/alma music PLT314EUROCD distribuzione Artist First - CD [2013]

Siamo di fronte al terzo disco da solista di SIR OLIVER SKARDY, ex leader e frontman dei Pitura Freska, reggae band che negli anni ’90 ha lasciato il segno per la qualità dei suoi brani e per essere stata la prima band raggae italiana a salire sul palco del Festival di Sanremo con Papa Nero, hit che è rimasta nella memoria degli italiani.
La produzione del disco è affidata ad uno degli astri nascenti del reggae: il produttore artistico Paolo Baldini (Africa Unite, Mellow Mood, TARM). Dietro la voce dell’alfiere del reggae veneziano troviamo ancora i Fahrenheit 451 che lo accompagneranno anche nel tour che seguirà l’uscita del disco.
Per la prima volta, inoltre, SIR OLIVER SKARDY ospita nel suo disco tanti personaggi dal mondo della musica e dello spettacolo come ELIO, PAOLO BELLI, NATALINO BALASSO, NEVRUZ, MARCO “FURIO” FORIERI, FRANCESCO DUSE, VALERIO “VOLENO” SILVESTRI, LUCA MASSERONI e Mr. T-BONE.


Firulì firulà
Reggae con molto groove con soli di tromba di Valerio Silvestri (ex Pitura Freska) che emergono dal tappeto sonoro creato dal combo di Sir Oliver Skardy. Il testo è un’attenta denuncia dell’attuale situazione discografica italiana tra talent show e cantanti meteore. Paolo Belli entra e, contraddicendolo con molta ironia, invita Skardy a non essere sempre contro tutto e tutti e di cantare più spesso d’amore.

Europei
Niente di più attuale di questo reggae solare contro l’attuale situazione europea dove ritroviamo l’ex chitarrista dei Pitura Freska Francesco Duse che, per tutto il brano, duetta con Skardy. Natalino Balasso interviene descrivendo il malessere che si ha verso quell’Europa dei banchieri e dei controlli che professa europeismo ma pensa sempre al proprio tornaconto.

Edelweiss
Dub Poetry dal dente avvelenato che fa particolare riferimento ai recenti controlli della finanza nei luoghi di lusso con alto riscontro di evasione come Cortina, Courmayeur e Sanremo. Durante tutto il brano Skardy tira fuori le sue migliori qualità di cantante intonando delle inedite note basse ed affrontando tutto il pezzo con un mood quasi “cavernoso” alternato a ironici Jodel.

Rose e petardi
Proseguiamo sulla critica e la polemica contro lo status quo attuale con un reggae godibile dove Skardy ritrova Marco “Furio” Forieri degli Ska-J ed ex Pitura Freska. Le rime del brano, a favore delle droghe leggere, risuonano fortemente contro proibizionismo e perbenismo che spesso sono una maschera per difendere i propri interessi e alimentare traffici mafiosi.

Cinesi
Introdotto da Natalino Balasso, questo pezzo dancehall si scaglia contro l’attuale “modello cinese” che ci danneggia nella sua declinazione italiana. Interviene un Elio (delle Storie tese) dalle rime pungenti che canta in perfetto veneziano e che si mimetizza nello spirito del brano proprio come sanno fare i cinesi. Nel finale si gioca con le barzellette degli anni 70/80 sui nomi cinesi.

Avido
Reggae classico, ritmato e con un lungo solo di chitarra finale di Francesco Duse su cui Skardy non le manda a dire a questa classe dirigente avida che si arricchisce senza badare alla povertà crescente tra la popolazione.

Festin
Skardy ci regala un reggae dal sound solare e pieno di “good vibration”. Il testo, al limite del goliardico, si riferisce ad una festa vera e propria a cui Skardy e i suoi amici hanno partecipato, alcuni degli episodi cantati (la pasta sui muri, oppure il bere senza pagare …) fanno proprio riferimento al vissuto del cantante. E’ un inno alla spensieratezza giovanile che fa fare anche tanti errori come descrive Baby (voce e sax dei Fahrenheit 451) nel suo intervento: tanto è ubriaco che cerca di intortare un manichino…

Ridi paiasso
Nel pezzo che dà nome al disco, Skardy parte in duetto con la sezione fiati per poi inanellare una serie di rime contro l’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Con l’attuale situazione politica il pezzo suona ancora più attuale e il ritornello sembra essere in linea con i commenti tedeschi al risultato delle nostre elezioni.

Su la mona
Questo brano dancehall è ricco di groove ed è ispirato ad una poesia di Giorgio Baffo, poeta veneziano del Settecento, di cui la maggior parte delle poesie sono a sfondo erotico. Il riferimento è proprio a ciò che Courbet ha definito l’origine del mondo: la mona.

Ton tom
Un pezzo nayabinghi “indietro tutta” come nella migliore tradizione giamaicana con il cantato di Skardy che sembra emergere direttamente dalle terre africane. A garantire il groove una sezione ritmica d’eccezione con Paolo Baldini (Africa Unite) al basso, e Luca Masseroni (Tre Allegri Ragazzi Morti) alla batteria. Le rime si scagliano contro la classe dirigente corrotta ma citano anche scene di vita in tour, e le disavventure spesso provocate dall’uso dei navigatori, che ovviamente sono macchine e peccano di "buon senso".

Tuto normal
In questo brano il reggae di Skardy si fonde con il rock. Ai Fahrenheit 451 si aggiungono Le OssA, il gruppo di Nevruz Joku, che si integrano alla perfezione, garantendo quella fusione tra i due generi che da spazio ad un forte urlo contro l’apatia e i laissez-faire culturale.

Fiom Fiom
Questo reggae è interamente dedicato al sindacato dei metalmeccanici ed ospite virtuale e convitato di pietra è il segretario Maurizio Landini. Il testo è contro un certo stile di difendere i lavoratori e fa riferimento alle ultime contese sindacali con la Fiat dove una parte del sindacato ha isolato la F.I.O.M. - ultimo baluardo della costituzione.

Vita da star
In questo brano gli “stop and go” la fanno da padrone sulla strofa mentre il ritornello “tira indietro” sotto le rime di Skardy e l’intervento di Baby contro la pessima situazione della musica e del sistema culturale italiano.

Mamba nero
Singolo di anticipazione dell’album uscito nel 2012, dove si può vedere già la nuova vena tagliente dei testi di Skardy che in questo reggae sbeffeggia l’”italietta” dei giorni nostri pronta a far di tutto per trovarsi in compagnia delle belle donne. Insieme al brano è stato lanciato un videoclip: http://youtu.be/AHK7bAvgqpI

Sarde in saor
Il brano è apparso per la prima volta in Piragna in dub (alma music - 2011) ed è una canzone popolare veneziana che Skardy ha acquisito e elaborato.
Un inno al pesce e alla bontà del mangiarlo. Con una cena di pesce Skardy si innamora di una donna e si sposa, ma lei ricambia con una cena contadina e così lui divorzia e torna in mare a pescare….
Ospiti eccezionali: i Cantori di Burano, gruppo estemporaneo di anziani, per lo più pescatori o ex pescatori, con una grande passione per la musica lirica e per il canto, che si incontrano in osteria per intonare davanti ad un bicchiere di vino le canzoni popolari veneziane o si riuniscono in occasione delle feste.

Edizioni musicali: Ossigeno
eccetto 1. Ossigeno, Ferrante Productions, Bellidea, CinicoDisinCanto
4. Ossigeno, Marco Forieri Edizioni Musicali

Produzione artistica Paolo Baldini
Prodotto da Luciano “Fricchetti” Trevisan e Fahrenheit 451

Sir Oliver Skardy - voce, e chitarra

Fahrenheit 451:
Roberto "Sciubert" Pettenello - tastiere e voce
Andrea "Andyman" Manzo - chitarra e voce
Alessandro "Baby" Numa - sax e voce
Christian "Chris" Enzo - batteria
Giorgio “Giorgis” Ciatara - basso

Ospiti:
Elio (Elio e le Storie Tese)
Marco “Furio” Forieri (Ska-J - Pitura Freska) 4
Natalino Balasso voce 2/5
Nevruz Joku voce 11
Maurizio Landini (F.I.O.M.) comizio 12
Alessandro "Baby" Numa (Fahrenheit 451) voce 7/13
Valerio “Voleno” Silvestri (Pitura Freska) tromba 1/2/3/4/6/7/8/9
Francesco Duse (Pitura Freska) chitarra 2/4/6
Mr. T-Bone trombone 2/4/6/8/9
Luca Masseroni (Tre Allegri Ragazzi Morti) batteria 10
Paolo Baldini (Africa Unite) basso 10
Manuel Tomba programming 12
Mimina cori 5/8/10/11/13/15
Giulio Saltini (Le OssA) sinth 11
Elia Garutti (Le OssA) chitarra 11
Pietro Orlandi (Le OssA) violoncello 11
Pippoburro melodica e synth 15

Copertina: ideazione Pierangelo Federici - foto Umberto Grizzo www.grizzophotos.com
il pagliaccio è Gianfranco Gallo - microfoni Effebi Service
Grafica: STUDIOLANZA

Management:
Luciano “Fricchetti” Trevisan per Ossigeno Srl (+39.041.5441558 www.o2pub.com)

Planet Records www.planetrecords.it
alma music www.almamusic.it

Distribuzione: Artist First (+39.0371.213737 info@artistfirst.it)

(P) 2013 Planet Records under licence by alma music a division of Ossigeno Srl

Registrato e mixato da Paolo Baldini @Alambic Conspiracy Studio (Pordenone) www.alambicconspiracy.com

Pre-produzione Roberto Pettenello @Studio Forfaituan (Venezia)
eccetto
- voce di Nevruz Joku, chitarra, sinth e violoncello su Tuto normal da Giulio Saltini @Home Studio Le OssA (Modena)
- voce di Elio su Cinesi @Hukapan Studio (Milano)
- voce di Paolo Belli su Firulì Firulà da Davide Rossi @Emotion Records (Verona)
- trombone di Mr. T-Bone @NBG Studio (Torino)

Masterizzato da Simone Squillario @DubTheDemon
eccetto Sarde in sàor - masterizzato da Giovanni Versari

Collaborazioni e ringraziamenti
Simonetta Vacondio (Teatria Srl), Nicolao Atelier, Padogunners e Amnesy www.amnesy.it/padogunners, L’Atletico Skardy 451 www.skardy451fanclub.weebly.com, Mimina De Muro, Marco Conforti (Casi umani), Michele Foffano, Mauro Longhin, Nicola Gemignani www.nexusmultimedia.it, Steve Giant e la Rasta Snob Crew, Guitar Corp. www.facebook.com/gibsonitaly, Franco Biadene (Effebi Service), Gialuca Capaldo, Doliwood www.doliwood.it, Andrea Longo e la Jolly Roger www.jollyroger.it

Ufficio Stampa:
Gaetano Petronio (+39.349.1345575 gaetano@ufficiostampagp.it)

Promozione Radio e Tv:
Claudio Arillotta (+39.081.7642492 +39.335.7249292 claudio.arillotta@planetrecords.it)

Booking:
Attilio Perissinotti Virus Concerti (+39.0434.29001 +39.392.2970217 attilio@virusconcerti.it) www.virusconcerti.it


www.skardy.it
www.facebook.com/SirOliverSkardy
twitter.com/SirOliverSkardy
www.youtube.com/user/siroliverskardy


www.planetrecords.it
www.facebook.com/PlanetRecordsOfficial
twitter.com/RobertoPlanet

www.almamusic.it

Spotlight video

Spotlight

Skardy Reggae Shop

Pitura Freska

Seguici sui Social

Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
  Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Continua